Loading....

L’origine dell’oro

Da sempre questo affascinante metallo ha condizionato la vita delle civiltà umane, simbolo di ricchezza e considerato da alcuni popoli antichi come un elemento con proprietà magiche e divine; la sua origine parte da molto, molto lontano, addirittura dalle stelle!

Quando l’universo ha avuto origine 13,7 miliardi di anni fa con il Big Bang, gli elementi che lo componevano erano solamente 3: idrogeno, elio e litio in tracce.

Sono le stelle, attraverso vari cicli di fusione nucleare che avvengono al loro interno, a generare elementi più pesanti: dall’idrogeno si passa all’elio, dall’elio al berillio e, con una serie di interazioni sempre più complesse che possono coinvolgere anche più specie atomiche contemporaneamente, si arriva ad ottenere elementi molto pesanti, come appunto l’oro.

Non tutte le stelle sono però in grado di generarlo: basti pensare che un astro delle dimensioni del Sole, verso la fine del suo ciclo vitale, è in grado di originare al massimo elementi come il carbonio, che ha numero atomico sei, ovvero il suo nucleo è formato da sei protoni e sei neutroni.  Un risultato modesto se consideriamo che il numero atomico dell’oro è settantanove!

Solamente le stelle che superano le dimensioni di 10 masse solari (10M) riescono a raggiungere pressioni e temperature necessarie per  formare l’oro. Un altro possibile processo di formazione è dato dalla collisione di due stelle a neutroni, corpi celesti con densità elevatissime. Durante questo fenomeno viene  sprigionata una quantità enorme di energia capace di originare il metallo prezioso.

Ma allora come fa ad essere presente sul nostro pianeta?

Gli elementi che compongono il sistema solare provengono dalla morte di stelle più antiche.

Indipendentemente dalle dimensioni, tutti gli astri, giunti alla fine del loro ciclo vitale, aumentano il loro diametro,  a tal punto da non essere più in grado di trattenere, con la loro gravità, gli strati più esterni, che vengono così dispersi nello spazio.

Nelle stelle di dimensioni superiori a 10M viene raggiunto uno stato di disequilibrio tale da generare una supernova, ovvero un’enorme esplosione in grado di spazzare via buona parte della massa nello spazio interstellare.

Il materiale disperso proveniente da diverse stelle può aggregarsi in nebulose e, se sufficientemente dense, possono dare origine, col tempo, ad un sistema planetario,com’è accaduto, per esempio, al nostro sistema solare.

L’oro è quindi un elemento piuttosto raro nell’universo, così come sulla Terra.

Fortunatamente ci sono processi geologici in grado di concentrarlo in giacimenti che consentono all’uomo di estrarlo.

Di Stefano S

Fonti:

https://www.gregschool.org/articles9blog/2017/5/14/genesis-of-the-elements-xz53h

https://www.sciencelearn.org.nz/resources/1727-how-elements-are-formed

Approfondimenti:

Video su come avviene la fusione nucleare (ITA): https://www.youtube.com/watch?v=yA3qjWcLcjI&t=661s 

Lascia un commento

Back To Top