Alla Scoperta della Vita

Alla Scoperta Della Vita

Dalle cellule agli ecosistemi
  • 17 ottobre 2017
    Il futuro dell'alimentazione è la carne artificiale?
    carne artificiale | vitro meat
    Ogni anno vengono macellati a scopo alimentare oltre cento miliardi (avete letto bene) di animali, la maggior parte dei quali è pollame. L'allevamento è una delle attività umane con il maggiore impatto ambientale: oltre metà delle coltivazioni terrestri è infatti destinato produrre foraggi e mangime per gli allevamenti, con enorme pressione verso territori vergini (che vengono convertiti a nuove coltivazioni, con danni ad animali e popolazioni) e...
  • 10 ottobre 2017
    Ciclo mestruale in provetta
    L’apparato riproduttore femminile è un sistema formato da organi e tessuti quali ovaio, tube di Falloppio, utero e cervice che svolgono funzioni diverse. Tra queste c’è la regolazione degli ormoni sessuali. L’interazione tra tessuti e ormoni è così complessa che nessuno fino ad ora era riuscito a ricreare in vitro (in laboratorio) le stesse condizioni che avvengono in vivo (nell’organismo). Nessuno fino al 2017. Schema del dispositivo (dall'ar...
  • 3 ottobre 2017
    Il cervello non ha rughe
    Di Erika Salvatori "Il cervello non ha rughe: se continua a lavorare sodo, si rinnova continuamente, anche dopo gli 80 anni e, a differenza di altri organi, può persino migliorare”: non potremmo usare parole migliori di queste della grande scienziata Rita Levi Montalcini per introdurre il concetto di plasticità sinaptica, la capacità del cervello di modificare la sua struttura e funzionalità a seconda dell’esperienza. Per molti anni l’appre...
  • 19 settembre 2017
    Geni neanderthaliani: un'eredità silente
    L’era genomica, iniziata nel 2001 con il completamento del sequenziamento del genoma umano, ha aperto nuove strade alla ricerca sulla storia evolutiva degli organismi. Il campo della genomica da allora ha visto avanzamenti tecnici continui, e nel 2010 si è riusciti ad ottenere una prima “bozza” (poi migliorata) del genoma dell’Homo Neanderthalensis, una specie umana estinta vissuta tra i 200.000 e i 40.000 anni fa. Nel 2010 inoltre si aggiunge un...
  • 12 settembre 2017
    Ergotismo, funghi allucinogeni e credenze popolari
    claviceps purpurea | ergotismo | fuoco di sant'antonio | segale cornuta
    Ergot (in francese “sperone”) è il nome comune dato al fungo Claviceps purpurea, parassita di circa 400 specie vegetali appartenenti alla famiglia delle graminacee, in particolare della segale. Questo fungo si caratterizza per la formazione di strutture (gli sclerozi) simili a cornetti che conferiscono alla pianta infetta il nome di “segale cornuta“. Attorno all’anno 1.000 sulle Dolomiti e lungo tutto l’arco alpino si raccoglieva segale per vi...
  • 5 settembre 2017
    Alla ricerca dell'arenicola marina
    anellide | arenicola marina | emoglobina extracellulare | M101
    Arenicola marina By Auguste Le Roux - Own work, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4258815 Di A.A. I Paesi europei affacciati sull’Oceano Atlantico sono soggetti a grandi fenomeni di alta e bassa marea: luoghi con notevole ampiezza di marea (da 13 a 16 m) sono la regione della Normandia, in Francia, ed il sud della Gran Bretagna. Se vi è mai capitato di trovarvi su una di queste spiagge durante la bassa marea, f...
  • 15 agosto 2017
    Celiachia: e se fosse colpa di un virus?
    causa celiachia | celiachia | glutine | virus
    La mucosa intestinale è perennemente in contatto con il cibo che viene ingerito e con batteri potenzialmente patogeni che vengono con esso introdotti: il sistema immunitario distingue tra quelle che sono semplicemente molecole nutrienti (proteine, lipidi, ecc.) e quelle che invece sono proteine appartenenti a virus o batteri, permettendo l'assorbimento e l'ingresso solo alle sostanze non pericolose. La celiachia è una patologia che coinvolge i...
  • 8 agosto 2017
    Parassiti e controllo mentale: il caso delle formiche zombie
    biologia | entomologia | formiche | parassiti
    Il fungo Ophiocordiceps unilateralis è noto anche come “fungo delle formiche zombie”. E’ un parassita di una specie di formica del genere Camponotus e si riproduce manipolando il comportamento del suo ospite. Le sue spore cadono sul dorso di una formica, penetrano nel suo corpo e a poco a poco iniziano a colonizzarlo e a nutrirsi dei suoi tessuti molli, fino a secernere sostanze chimiche che raggiungono direttamente il cervello. La formica smette...