Solar Impulse: Volare con l’energia solare

Riparte la sfida di Solar Impulse, il velivolo rivestito di celle solari nato per portare un messaggio: la possibilità di ridurre le emissioni nei trasporti rinunciando ai combustibili fossili.

L’aereo, realizzato in Svizzera, dalla sua presentazione nel 2009, ha conseguito una serie di obiettivi sempre più ambiziosi, dalla trasvolata della Svizzera, all’attraversamento degli USA fino alla circumnavigazione della Terra, attualmente in corso.

Quest’ultima missione, cominciata a marzo dell’anno scorso con la partenza dagli Emirati Arabi, si è sospesa a Luglio col raggiungimento delle Hawaii, dopo aver superato i record di volo in solitaria senza rifornimenti (di 4 giorni e 21 ore).

 

Poche settimane fa, l’aereo è ripartito dalle Hawaii, passando da San Francisco ed atterrando a Phoenix (da dove proseguirà per arrivare alla costa occidentale degli Stati Uniti)

Il Solar Impulse è un ultraleggero dimensionato per raccogliere sul momento l’energia solare da consumare ed immagazzinarla in batterie nelle ore di maggiore esposizione al sole (di modo da farne uso nelle ore notturne).

Essendo un velivolo monoposto, il pilota riesce a compiere il viaggio interrottamente riposando per brevi intervalli di 20 minuti inserendo il pilota automatico.

Per seguire l’aereo fino al punto di arrivo (negli Emirati Arabi) il sito ufficiale raccoglie le dirette e le informazioni di questa impresa pioneristica. [FM]

Leggi di più

La vera storia di Rosetta

Rosetta è una missione spaziale sviluppata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e lanciata nel 2004. L’obiettivo della missione è lo studio della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko.

Come la famosa Stele di Rosetta, che permise di decifrare la lingua dei geroglifici, così la sonda europea dovrebbe permetterci di decifrare i segreti che ancora avvolgono la nascita del nostro Sistema Solare. Le comete infatti sono tra i più antichi corpi celesti del nostro Sistema Solare e conservano i campioni, quasi inalterati, del materiale da cui si formarono il Sole e i pianeti 5 miliardi di anni fa. Per questo motivo possono essere considerati a tutti gli effetti, dei “fossili”.
Studiando la natura dei loro gas e delle loro polveri, Rosetta aiuterà gli scienziati a saperne di più sul ruolo delle comete nell’evoluzione del Sistema Solare e sulla eventuale presenza – nel loro nucleo – di molecole organiche complesse come quelle che costituiscono le forme di vita che conosciamo.

Leggi di più

“Cose strane avvengono sul Sole” – Le macchie solari.

No, non c’è niente che non vada con il Sole.

Recentemente mi hanno portato all’attenzione di questo articolo, scritto dall’Internazionale, il quale titola “C’è qualcosa che non va con il sole”. Tale articolo è una versione italiana di un articolo del Wall Street Journal titolato “Strange doing on the Sun” – tradotto letteralmente “Cose strane avvengono sul Sole”

Leggi di più

Cosmologia – Il cielo notturno e il paradosso di Olbers

Nel 1826 l’astronomo tedesco H.W.Olbers pose il seguente quesito:
Come è possibile che il cielo notturno sia buio nonostante l’infinità di stelle presenti nell’universo?Teoricamente se un osservatore puntasse lo sguardo in una direzione qualunque del cielo dovrebbe sempre poter vedere una stella,e per questo motivo l’intero cielo dovrebbe brillare con la stessa intensità della superficie del Sole.

Questa domanda così apparentemente banale,che aveva messo in difficoltà persino Keplero prima di lui, scosse a suo tempo le basi della Cosmologia, ovvero l’insieme di teorie e ipotesi che descrivevano la struttura e la formazione dell’universo.Fino a quel momento si pensava infatti che l’universo avesse estensione infinita ed esistesse da tempo infinito,ma l’unica soluzione per risolvere il paradosso era accettare il fatto che l’universo, in realtà, avesse un’origine e un’età finita,e non solo:che fosse oltretutto in continua espansione,fatto che fu dimostrato da Hubble alla fine degli anni ’20.

Leggi di più